Unione

Private (US)

Vista dall’esterno, la casa di Ronni Molinari, costruita nel 1810, si inserisce perfettamente nel contesto New England di questo sobborgo del Connecticut. L’interno, al contrario, è tutto meno che tradizionale, cosa particolarmente evidente nello «studio» di famiglia, che l’architetto chiama «camera dei giochi per l’anima creativa». Sotto il tetto, alto e arioso, Molinari, suo marito e i suoi figli di 4 e 7 anni lavorano ai rispettivi progetti di arte e disegno, da strutture in Lego a oggetti stampati in 3D, foto e video. Tutti gli strumenti necessari sono riposti ordinatamente in uno scaffale: libri, materiali d’arte, attrezzi e diversi hardware. Per mettere in risalto nell’ambiente i mobili scultura e le opere d’arte, tra i quali un arazzo tridimensionale dell’artista giapponese-americano Jacob Hashimoto e una stampa fotografica di Henri Cartier-Bresson, Molinari ha scelto il bianco puro. «Ero convinta che la zona fluttuante dei ripiani centrali, se realizzata in un colore diverso dal bianco, avrebbe deviato lo sguardo dal centro, mentre io volevo che l’elemento fosse percepito come un tutto», spiega la designer. «Mi piace che il sistema di ripiani venga percepito come un insieme e solo dopo, quasi casualmente, si scoprano i contenitori».

Condividi
  • Share on Google+
  • Pinterest
  • Twitter
  • Facebook
  • E-Mail

USM Newsletter

Qui troverete maggiori informazioni sui nuovi prodotti ed eventi USM

Bitte überprüfen Sie die Emailadresse

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Sono d'accordo con le norme vigenti sulla protezione dei dati.*

Die Anmeldung konnte leider nicht durchgeführt werden. Bitte prüfen Sie Ihre Internetverbindung und/oder versuchen Sie es später erneut.

We are glad you subscribed.

You also find us on the following networks.

Chiudi