L’arte dietro al vetro

Musashino, Tokyo (JP)

Alcuni tra i grandi del design hanno frequentato questa facoltà: Shiro Nakamura della Nissan, Satoshi Wada di Audi o Toyoyuki Uematsu di Panasonic. La facoltà d’arte Musashino – la Musashino Art University, in breve MAU – è famosa non solo in Giappone. Fondata nel 1929 come «Accademia d’Arte Imperiale», vi si insegnava già dall’inizio arte e design industriale. Nel 1962 assumeva la forma attuale di facoltà universitaria. Yoshinobu Ashihara, laureato ad Harvard, che ha lavorato negli anni ’50 da Marcel Breuer a New York e più tardi ha progettato l’impressionante Sony Building nel distretto business e showbusiness Ginza di Tokio, ha partecipato attivamente alla fondazione della facoltà di architettura dell’università. Nel 1967 ha costruito la sede dell’università a Kodaira nell’area di Tokio. I lavori di ampliamento del 1974 sono stati poi eseguiti dal suo famoso studente Yoichiro Hosaka. L’imponente ingresso alto dieci metri, con pavimento in marmo e pareti bianche, era il luogo naturale dove allestire una esposizione permanente. Ed era assolutamente necessario che l’arredamento di una facoltà d’arte venisse seguito con occhi d’Argo da professori e studenti. Le composizioni in vetro USM Haller ne soddisfano le esigenze nettamente definite: tengono testa al carattere dominante dell’entrata e coniugano due caratteristiche che sono spesso concorrenti tra loro: estetica e funzionalità. (Le foto derivano dall’esposizione «Masterpiece product collection» con classici del design come la sedia Butterfly di Sori Yanagi, il rasoio Braun, la macchina da scrivere Olivetti.)

Condividi
  • Share on Google+
  • Pinterest
  • Twitter
  • Facebook
  • E-Mail

Immagini

USM Newsletter

Qui troverete maggiori informazioni sui nuovi prodotti ed eventi USM

Bitte überprüfen Sie die Emailadresse

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Sono d'accordo con le norme vigenti sulla protezione dei dati.*

Die Anmeldung konnte leider nicht durchgeführt werden. Bitte prüfen Sie Ihre Internetverbindung und/oder versuchen Sie es später erneut.

We are glad you subscribed.

You also find us on the following networks.

Chiudi