Nexans

Paris, Francia

Riconfigurazione dei mobili. La soluzione giusta.

Quando si trasloca, ci si chiede inevitabilmente se è il caso di sostituire i mobili. Ora, la maggior parte delle aziende non ha scelta, perché l'arredamento è obsoleto e non si adatta alla nuova configurazione del luogo. La società Nexans ha invece fatto la scommessa di conservare tutti i mobili USM. E con successo. Un miracolo? No, solo robustezza e modularità.

La società Nexans è un'azienda di cablaggio sottomarino di telecomunicazioni. Nel 2009 ha deciso di abbandonare i due siti esistenti per raggruppare le sedi in una stessa entità nell'8° arrondissement di Parigi. La superficie totale è passata da 4000 m² a 6500 m². Una delle sedi originali era arredata con mobili USM, mentre l'altra no. In un'ottica di coerenza, si è deciso di armonizzare il tutto. Un rilievo ufficio per ufficio, eseguito da USM, ha permesso di stilare un inventario molto preciso dei mobili USM in uso, tutti in perfetto stato, nonostante gli anni di utilizzo quotidiano.

"Ho fatto diversi traslochi con altri mobili e ho potuto constatare la differenza in termini di tenuta nel tempo" spiega Fabrice Le Baut, responsabile dei servizi generali di Nexans.

Sembrava quindi sensato conservare l'arredo USM esistente. Restava solo da risolvere un problema importante: i mobili non erano adatti alla nuova configurazione del luogo. La maggior parte di quelli originali si sviluppava nel senso della lunghezza, affiancando a volte dei muri interi: impossibili da riciclare nel nuovo ambiente composto da uffici individuali separati da pareti divisorie. Tuttavia è stato possibile raggirare l'ostacolo. Grazie alla loro modularità, i mobili USM esistenti hanno potuto essere facilmente smontati e poi riconfigurati all'infinito.

È stata quindi scelta logicamente questa soluzione, accompagnata da un ordine di nuovi mobili USM complementari.  Dopo aver scelto un composizione standard di due colonne e cinque altezze per tutti i mobili da creare, un apposito software di USM ha permesso di valutare con molta precisione la necessità di mobili aggiuntivi partendo dall'inventario di quelli esistenti. Alla fine è stato necessario ordinare solo cinquanta postazioni supplementari, con una notevole convenienza economica. 

Restava da organizzare la pesante operazione. Per non privare i dipendenti dei loro mobili da ufficio, è stato deciso di procedere allo smontaggio e alla riconfigurazione dell'arredamento nel luogo di partenza. 146 mobili sono stati riconfigurati in un mese e mezzo. Il lavoro di inventario precedentemente svolto da USM si è rivelato determinante per anticipare i bisogni e ottimizzare il trasferimento. Il tempo di preparazione è stato rispettato e il trasloco è durato tre giorni, come previsto. Il 2 giugno 2009, i 260 dipendenti della società Nexans hanno integrato i loro nuovi locali, ritrovando gli scaffali USM grigio chiaro, i tavoli Haller bianchi e le cassettiere antracite. Mobili  come nuovi e perfettamente integrati nel nuovo ambiente.

Condividi
  • Share on Google+
  • Pinterest
  • Twitter
  • Facebook
  • E-Mail

Immagini

USM Newsletter

Qui troverete maggiori informazioni sui nuovi prodotti ed eventi USM

Bitte überprüfen Sie die Emailadresse

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Sono d'accordo con le norme vigenti sulla protezione dei dati.*

Die Anmeldung konnte leider nicht durchgeführt werden. Bitte prüfen Sie Ihre Internetverbindung und/oder versuchen Sie es später erneut.

We are glad you subscribed.

You also find us on the following networks.

Chiudi