La casa di un architetto - un abito su misura

Kreuzlingen (CH)

Alla domanda su cosa sia una "buona architettura" ci sarebbe molto da discutere. Alcune risposte, tuttavia, sono più corrette. Ne prendiamo in considerazione tre: quando in condizioni strutturali difficili si riesce a ricavare spazio inimmaginato; quando non ci si occupa solo dell'aspetto esteriore della casa, ma anche della creazione di una soluzione su misura per i desideri individuali; quando committente e architetto cercano gli stessi standard qualitativi. Nel progetto di Dominic Schmid queste tre premesse sono state soddisfatte. L'architetto di Winterthur ha realizzato per un collega una un progetto residenziale all’avanguardia su un terreno a Kreuzlingen, complicato sia dal punto topografico e costruttivo che dell’esposizione.

Vivere senza porte

La casa, costruita su un piccolo lotto di forma pentagonale, esternamente è il risultato di allineamenti da rispettare, limitazioni in altezza e norme sulla distanza. Al tempo stesso, al suo interno è una scultura di spazi, una promenade architettonica, una successione verso l'alto di stanze ambienti completamente aperti. 

Era esplicito desiderio del committente che gli spazi confluissero uno dentro l'altro, che la suddivisione avvenisse mediante scale lunghe o corte e cambi di direzione, creando anche la necessaria separazione tra ambiente pubblico e privato.

La progettazione della complessa geometria e dell'alternanza dei piani non è stata realizzata solo con semplici disegni in pianta. Ci si è avvalsi di un gran numero di sezioni e modelli, e non ultimo anche della capacità di immaginazione degli spazi dell’architetto e del committente.

Verso l'alto con una spirale

L’architetto paragona l’ingresso dell’ abitazione ad un «serpente»” che si snoda per gli ambienti della casa partendo dal piano terra dove accanto all’ingresso si trova il garage, alcuni locali tecnici e una zona dedicata agli ospiti.Da qui attraverso una scala centrale si accede direttamente al salotto di rappresentanza che ha un'altezza di 3,70 metri. Al piano superiore si trovano la zona pranzo, la cucina e poi, in posizione leggermente rientrante, una sala TV. Da qui si sviluppa un'altra scala che conduce all’ultimo piano, nella zona privata. Le pavimentazioni passano dal cemento al legno di rovere, contrassegnando anche visivamente il variegato carattere degli spazi. Nella zona privata si trovano lo studio personale del propietario di casa, la zona notte e un bagno aperto. All’interno del bagno sopra un gradino è posizionata una vasca scenografica da cui è possibile, osservare il panorama di Kreuzlinger e Costanza o rivolgere lo sguardo verso il patio interno.

Una cornice perfetta per arte e mobili

La luce sapientemente dosata e i gli alti soffitti, sono una cornice perfetta per la piccola ma raffinata collezione di opere d'arte e pezzi classici di arredo. Tra Le Corbusier e Grcic, Mies van der Rohe e Noguchi, trovano spazio anche alcuni elementi USM Haller, in particolare nella zona ospiti, nel salotto, in camera da letto e nello studio. I sideboard nero grafite da tempo facevano parte dell'arredamento dell'ufficio dell'architetto. Per assolvere ai nuovi compiti e adattarsi alla nuova ubicazione sono stati ricomposti, sfruttando appieno la loro modularità e multifunzionalità!

Pazienza, costanza e grande competenza

Per poter costruire questo edificio insolito, è stato necessario condurre lunghe e intense discussioni con il comune e il vicinato. Sono state inoltre sviluppate diverse varianti di progetto per poter valutare la soluzione più efficiente. Un’ulteriore sfida era il raggiungimento di un ridotto consumo consumo energetico con la certificazione svizzera "Minergie P", che prescrive tra l'altro l'utilizzo di un cappotto altamente isolante e di un complesso sistema di aerazione a recupero di calore.

Anche questo esempio dimostra che la buona architettura non si limita a un semplice lampo di genio, ma richiede pazienza, costanza e grande competenza. E con un po' di coraggio nello sperimentare, il risultato è straordinario. 

 

Architetti: Dominic Schmid GmbH, Winterthur
Fotografo: Jan Mettler

Condividi
  • Share on Google+
  • Pinterest
  • Twitter
  • Facebook
  • E-Mail

USM Newsletter

Qui troverete maggiori informazioni sui nuovi prodotti ed eventi USM

Bitte überprüfen Sie die Emailadresse

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Bitte treffen Sie eine Auswahl

Sono d'accordo con le norme vigenti sulla protezione dei dati.*

Die Anmeldung konnte leider nicht durchgeführt werden. Bitte prüfen Sie Ihre Internetverbindung und/oder versuchen Sie es später erneut.

We are glad you subscribed.

You also find us on the following networks.

Chiudi